Panna montata: come nasce la "neve di latte"

torta ricoperta con panna montata
 
In qualsiasi momento della giornata ci troviamo, la panna montata è quella nota dolce e cremosa che regala una pausa di felicità. Questa crema voluttuosa conforta le nostre papille gustative, ma crearla non è cosa da poco! È un procedimento ancestrale, immutabile da secoli, tanto semplice quanto complesso, che richiede molta attenzione e la conoscenza di qualche trucco del mestiere. 

Come nasce la panna montata 


La nascita della panna è avvolta dalla leggenda e come ogni storia che si rispetti anche questa ha inizio all'interno di un castello. 

Ci troviamo, nel 1671, nella cucina della sontuosa dimora  di Chantilly dove il cuoco François Vatel è impegnato a organizzare un banchetto reale in onore di Luigi XIV. 

Volendo stupire il re, il cuoco decide di sperimentare una nuova ricetta a base di panna fresca, ma la quantità di cui ne dispone è molto scarsa. François non si dà per vinto e inizia a sbattere energicamente la panna per aumentare il volume. Con il passare del tempo, l’uomo nota che la consistenza inizia a diventare sempre più soffice dando vita ad una crema spumosa.  Soddisfatto del risultato, aggiunge una spolverata di zucchero e miele e decide di presentare la nuova ricetta al re. Questo ne rimane così entusiasta da presentare la famosa Crema Chantilly in tutto il regno.

Nonostante la leggenda sia molto popolare, in molti sostengono che la panna montata esistesse già nel 1500. Si racconta, infatti, che Caterina de’ Medici fosse solita chiedere ai suoi cuochi la preparazione della neve di latte: una morbida crema al latte addolcita con miele e verghe di ginestra. 

 
Preparazione della panna montata

Come montare alla perfezione la panna 


Il procedimento per ottenere una perfetta panna montata è molto semplice. 

Per prima cosa va scelto il tipo di panna. Generalmente la panna fresca (zuccherata e non) è quella che si presta meglio alla preparazione, ma si può utilizzare anche panna a lunga conservazione o vegetale (perfetta per dolci che non richiedono la cottura in forno). 

Il segreto per creare una panna montata a regola d’arte è la temperatura. La panna deve essere fredda (appena tolta dal frigo), ma non solo! Anche la ciotola e le fruste devono avere la stessa temperatura, quindi è consigliabile riporle in freezer per almeno 15 minuti. 

Un’altra raccomandazione che sicuramente avremo sentito dire dalle nostre nonne è: “Mescola sempre dallo stesso verso!”. Sia che si utilizzi una frusta elettrica che manuale, bisogna muoverle in modo circolare seguendo un'unica direzione. Quando, invece, dobbiamo unire la panna ad un altro composto è fondamentale mescolare il tutto dal basso verso l'alto. L'operazione non va sottovalutata perché si rischia di smontare la panna vanificando il duro lavoro. 

Come prova finale della giusta montatura è sufficiente girare la ciotola: se la panna resta attaccata alle pareti sarà montata alla perfezione. 

Un altro asso nella manica è sicuramente l’uso di Pannalta Ar.pa. Questo preparato è il giusto alleato in cucina per donare al composto la consistenza ideale. 

Seguendo questi semplici passaggi potrete creare una panna spumosa e compatta, perfetta per ogni genere di dolce! 

Panna montata: gustose ricette 


Che si tratti di semplici fragole o di morbido pan di spagna, la panna è quel tocco in più che riesce a rendere ogni dolce unico e sfizioso. 

Se vuoi conoscere alcune delle nostre ricette più gustose nate dall'incontro spumoso tra i diversi ingredienti e la panna montata, visita il nostro ricettario

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica il nostro e-book di ricette!

Iscriviti ora!