L'olio nell'antichità

Immagine di una busta da lettera vintage

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti ora!
olio
 L’olivo (nome scientifico Olea Europea), è una delle piante più diffuse nel Mediterraneo e la sua storia ha più di seimila anni. Protagonista di storie e leggende, è un albero antico che vive per secoli e dai suoi frutti si estrae il famoso olio d’oliva detto “l’oro liquido”. 
Le origini dell’olio d’oliva sono incerte. Non si conosce con esattezza dove sia nato e quale popolo abbia iniziato a produrlo. Le prime testimonianze risalgono circa al 4000 a.C., in Asia Minore e in Siria dove l’olio veniva utilizzato come unguento e come medicinale. 
Secondo una leggenda Greca, il primo olivo venne piantato dalla dea Atena. La mitologia narra che iniziò una disputa per il dominio dell’Attica, tra Atena (la dea della guerra e della saggezza) e Poseidone (il dio del mare). Zeus per decidere il vincitore propose una sfida, chi tra i due avrebbe fatto il regalo più utile alla città avrebbe guadagnato la supremazia su quel territorio. Poseidone donò un cavallo, un animale ancora sconosciuto, per aiutare l’uomo nei lavori e nelle battaglie, mentre Atena donò un olivo, simbolo di pace e prosperità.  Alla fine, vinse Atena. Da allora la capitale dell’Attica venne chiamata Atene in suo onore e l’olivo venne considerato una pianta sacra. 
Anche nell'Odissea Omero narra dell’olio oliva come misterioso medicinale, infatti racconta che la dea Atena donò un’ampolla di olio ad Ulisse, in un momento in cui era sfinito e debilitato a causa delle numerose fatiche e peripezie. Grazie all’olio l’eroe riconquistò subito vigore e bellezza e riprese il suo viaggio. 
Per i Greci l’olio era un prodotto molto prezioso, gli atleti si ungevano il corpo prima di combattere, e i vincitori dei giochi olimpici come premio ricevevano una corona fatta di olivo e anfore piene d’olio. 
Gli Egizi utilizzavano i rami per ornare le tombe dei faraoni, e Cleopatra usava l’olio per mantenere la pelle giovane e i capelli lucidi. 
Anche gli antichi Romani contribuirono alla diffusione dell’olio, infatti piantarono l’olivo in tutti i territori dell’Impero e grazie a loro, la coltivazione dell’oliva e la produzione di olio arrivò fino ai territori del Nord Europa.    




Iscriviti alla nostra newsletter e scarica i nostri e-book di ricette!

Iscriviti ora!