3 piatti "italiani" che non esistono in Italia

Lievito a fette su tagliere in legno
 
“L’Italia chiamò”, ma mica tanto. All'estero per cucina tricolore s’intende quasi sempre il sapore genuino della pizza, il pomodoro rosso sulla pasta o la crosta croccante della lasagna appena sfornata. Un concentrato di prestigio e tradizione che risuona accompagnato dalle rassicuranti parole: “cibo made in Italy”. Oltre i confini, però, è sempre più comune imbattersi in pietanze nostrane che del Bel Paese non hanno nulla a che vedere. 

Ecco tre esempi di cibi spacciati come italiani, ma mai entrati nei menù dei nostri ristoranti. 

3 piatti "italiani" che non esistono in Italia


1.      Spaghetti alla bolognese 

 
Guai a farli vedere a un bolognese vero, storcerà il naso al sol pensiero di accompagnare al ragù di carne gli spaghetti invece delle tagliatelle, eppure all'estero questo è uno dei piatti falsamente all'italiana più richiesti. La verità inoltre è ancora più simpatica perché a onor del vero gli spaghetti alla bolognese esistono eccome: sono al tonno con il pomodoro e a rivelarlo ufficialmente, dopo anni di controversie, è stata l’Accademia italiana della cucina. 

2.     Spaghetti con polpette 

 
Lungo lo Stivale queste due pietanze non condividono lo stesso tetto, mentre in America è comune vedere spaghetti sormontati da una montagna di enormi polpette di carne. Famosissima la scena nel Padrino dove si cita il famoso sugo di salsiccia e polpette, conosciuto notoriamente come la pasta della “famiglia” ma noi sappiamo che una ricetta precisa non ce l’ha. 

3.    Garlic Bread 

 
È arrivato il momento di far sapere al resto del mondo che l’uso dell’aglio non è all'ordine del giorno nelle cucine italiane, tanto meno se unito al burro e spalmato abbondantemente sopra una bruschetta. 


Per noi, al massimo, il giusto accompagnamento per una fetta di pane sono i pomodorini freschi e se anche tu sei dei nostri, visita la pagina Amazon in cui potrai trovare il lievito secco attivo ottimo per preparare il pane croccante fatto in casa, ma ricorda… niente burro aromatizzato all'aglio, solo olio extravergine d’oliva e magari una bella mozzarella di Bufala campana.

Garlic Bread

Pane: come conservarlo al meglio


Il pane appena sfornato, con il suo profumo e la sua morbidezza, rimane uno dei piatti migliori di sempre.  Purtroppo, però, non sempre abbiamo la possibilità di consumarlo nel breve periodo, o comunque non tutto quello che prepariamo, e così risulta difficile mantenerne a lungo la freschezza. Non diamoci per vinti, perché esistono molti modi per conservare al meglio il nostro pane. 

1.       Conservare il pane avvolgendolo nella lattuga 

 
Dovete andare a fare un picnic o una scampagnata e temete che i panini imbottiti non rimangano morbidi? La sera avvolgeteli in una foglia di lattuga, ricopriteli con uno strato di alluminio e inseriteli in frigo. Il mattino seguente la lattuga li avrà mantenuti morbidi e fragranti. 

2.       Conservare il pane avvolgendolo in un canovaccio umido 

 
Un trucco per mantenere il pane morbido, utilizzato soprattutto in passato, è quello di avvolgere la pagnotta intorno ad un canovaccio (100% cotone non colorato) inumidito dall'acqua, chiudere bene i lati e riporlo in una ciotola aperta, tenendolo lontano dalle fonti di calore. 

3.       Conservare il pane in freezer 


Se hai preparato troppo pane o se vuoi averne in casa una scorta da utilizzare all'occorrenza, uno dei metodi migliori è quello di surgelarlo. Sarà sufficiente inserire il pane (a temperatura ambiente, mai caldo) nei sacchetti di plastica per alimenti, chiuderli con un nodo e inserirli in freezer.  


Se invece ormai il pane è diventato secco vi sono molte ricette da poter sfruttare per non sprecarlo. Ad esempio lo si può grattugiare e utilizzare per farcire i pomodori ripieni, tagliarlo a cubetti per creare dei croccanti crostini e immergerli nel passato di verdura oppure utilizzarlo per dare la giusta consistenza alla zuppa di cipolle o alla pappa al pomodoro

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica il nostro e-book di ricette!

Iscriviti ora!