Tintarella dorata

Immagine di una busta da lettera vintage

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti ora!
colore-carota
 
La fonte principale di benessere della carota deriva da un componente specifico, il beta-carotene o vitamina A, un vero e proprio toccasana con azione antiossidante per prevenire l’invecchiamento cellulare. 

Ricche di fibre e prive di colesterolo le carote sono molto apprezzate in tavola e adatte ad un consumo sia cotto che crudo. Contengono anche alfa-carotene, luteina e zeaxantina, preziosi componenti che regolano le funzioni intestinali, con effetto diuretico e depurativo, e aiutano in caso di cistiti, calcoli o problemi urinari. 

In estate però tutti gli occhi sono puntati sulla pelle, in cerca dell’abbronzatura perfetta, e gli alimenti più ricchi di beta-carotene (riconoscibili dl colore rosso, giallo o arancione) come per esempio le carote, infatti predispongono l’epidermide ai raggi solari svolgendo funzione protettiva attraverso la stimolazione e la produzione di pigmenti e di melanina. 

Abbinando il consumo di carote ad una buona crema con filtro solare, la pelle sarà quindi meno esposta agli effetti nocivi dei raggi ultravioletti e meno soggetta a rughe e macchie da esposizione solare, ma nelle condizioni ottimali per una colorazione sana e uniforme. 

Per beneficiare al massimo delle proprietà salutari delle carote queste andrebbero consumate crude e in abbondante quantità, soprattutto per mantenere intatte le vitamine. Da qui deriva il grande successo degli “estratti” dove le carote vengono mescolate ad altri frutti e ortaggi estivi. Tuttavia è ormai noto che una breve cottura – meglio se al vapore - può facilitare l’assorbimento a livello intestinale del beta-carotene conservandone le benefiche fibre, ottimizzando anche un consumo meno frequente di questo simpatico ortaggio. 


 

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica i nostri e-book di ricette!

Iscriviti ora!